www Wednesday: 29 marzo 2017

Buon pomeriggio!
Ho notato che questa rubrica vi interessa parecchio e ne sono super felice. Ecco a voi, quindi, un'altra puntata del www Wednesday. Come sempre, se volete farmi sapere le vostre letture, lasciatemi un commento!



Spring TBR

Buon pomeriggio a tutti!
La primavera è finalmente arrivata e, quindi, è tempo di fare un post sulla mia TBR dei prossimi mesi. Ecco a voi cinque libri che ho intenzione di leggere tra aprile e giugno!



5 libri per la Festa della Donna

Buongiorno, bookscatchers!
Perché regalare una mimosa (che appassisce) o dei cioccolatini (che finiscono) per la Festa della Donna, quando si potrebbe regalare un bel libro? Ecco, quindi, a voi cinque libri che parlano di storie forti e, soprattutto, di donne, perfetti per un'occasione come questa.

1. IO SONO MALALA di Malala Yousafzai e Christina Lamb
Valle dello Swat, Pakistan, 9 ottobre 2012, ore dodici. La scuola è finita, e Malala insieme alle sue compagne è sul vecchio bus che la riporta a casa. All'improvviso un uomo sale a bordo e spara tre proiettili, colpendola in pieno volto e lasciandola in fin di vita. Malala ha appena quindici anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo sin da piccola il suo desiderio di leggere e studiare. Per questo deve morire. Ma Malala non muore: la sua guarigione miracolosa sarà l'inizio di un viaggio straordinario dalla remota valle in cui è nata fino all'assemblea generale delle Nazioni Unite. Oggi Malala è il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, ed è stata la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la pace. Questo libro è la storia vera e avvincente come un romanzo della sua vita coraggiosa, un inno alla tolleranza e al diritto all'educazione di tutti i bambini, il racconto appassionato di una voce capace di cambiare il mondo.
Informazioni: Qui

2. UNA STANZA TUTTA PER SÉ di Virginia Woolf
Splendido esempio di "saggio narrativo", Una stanza tutta per sé affronta - in modo ironico e pieno di vita, di ragione e senso critico nutrito dalla forza delle emozioni - il tema della creatività femminile. In toni amari e risentiti contro i privilegi maschili, Virginia Woolf esprime una genuina indignazione per il ruolo subalterno cui era costretta la donna del suo tempo, e in particolare la donna intellettuale. Lucida analisi dell'essere scrittrice in una società le cui convenzioni riducono la donna al ruolo di madre, sorella o figlia, la Woolf va alla ricerca di un punto di equilibrio interiore, di un momento di bellezza e verità assolute, intessendo un colloquio ideale con grandi scrittori.
Informazioni: Qui



3. DONNE CHE AMANO TROPPO di Robin Norwood
Perché amare diviene "amare troppo", e quando questo accade? Perché le donne a volte pur riconoscendo il loro partner come inadeguato o non disponibile non riescono a liberarsene? Mentre sperano o desiderano che lui cambi, di fatto si coinvolgono sempre più profondamente in un meccanismo di assuefazione. "Donne che amano troppo" offre una casistica nella quale sono lucidamente individuate le ragioni per cui molte donne si innamorano dell'uomo sbagliato e spendono inutilmente le loro energie per cambiarlo. Con simpatia e competenza professionale Robin Norwood indica un possibile itinerario verso la consapevolezza di se stessi e verso l'equilibrio dei sentimenti.
Informazioni: Qui



4. IL DIRITTO DI CONTARE di Margot Lee Shetterly
Se John Glenn ha orbitato intorno alla terra e Neil Armstrong è stato il primo uomo a camminare sulla luna, parte del merito va anche alle scienziate della NASA che negli anni Quaranta elaborarono i calcoli matematici che avrebbero permesso a razzi e astronauti di partire alla conquista dello spazio. Tra loro c'era anche un gruppo di donne afroamericane di eccezionale talento, originariamente relegate a insegnare matematica nelle scuole pubbliche "per neri" del profondo Sud degli Stati Uniti. Dorothy Vaughan, Mary Jackson, Katherine Johnson e Christine Darden furono chiamate in servizio durante la Seconda guerra mondiale a causa della carenza di personale maschile, quando l'industria aeronautica americana aveva un disperato bisogno di esperti con le giuste competenze. Tutto a un tratto a queste brillanti matematiche e fisiche si presentava l'occasione di ottenere un lavoro all'altezza della loro preparazione, una chiamata a cui risposero lasciando le proprie vite per trasferirsi a Hampton, in Virginia, ed entrare nell'affascinante mondo del Langley Memorial Aeronautical Laboratory. E il loro contributo, benché le leggi sulla segregazione razziale imponessero loro di non mescolarsi alle colleghe bianche, si rivelò determinante per raggiungere l'obiettivo a cui l'America aspirava: battere l'Unione Sovietica nella corsa allo spazio e riportare una vittoria decisiva nella guerra fredda. Sullo sfondo della lotta per i diritti civili e della corsa allo spazio, "Il diritto di contare" segue la carriera di queste quattro donne per quasi trent'anni, durante i quali hanno affrontato sfide, forgiato alleanze e cambiato, insieme alle proprie esistenze, anche il futuro del loro Paese.
Informazioni: Qui

5. JANE EYRE di Charlotte Brontë
La storia romantica di una modesta e poco appariscente istitutrice che, con il suo fascino discreto e la sua forza di carattere, riesce a conquistare il tenebroso e avvenente signore di Rochester, la cui giovane figlia è affidata alle sue cure. La donna vittoriana di metà Ottocento, ridotta allo stato di femmina asessuata, trova in Jane Eyre un ideale contraltare antropologico sulla via dell'emancipazione e del suffragio universale.
Informazioni; Qui






La soffiatrice di vetro - Petra Durst-Benning

Buongiorno, lettori!
La lettura di Carve the Mark procede e spero di riuscire a postarvi la recensione entro breve. Nel frattempo, ecco a voi un'altra recensione, quella di un romanzo particolare - che probabilmente molti di voi non conosceranno: La soffiatrice di vetro.
Scrivo questa recensione in collaborazione con mia sorella Francesca (♥), amante di libri e, soprattutto, di questo genere di romanzi.


Popular Posts